Life Barbie

Notizie

  • 13-12-2018
    Idee e proposte per una gestione più sostenibile della risorsa idrica e per la valorizzazione del fiume Parma e del fiume Taro

    Nell'ambito delle attività del progetto Life Barbie e in collaborazione con il progetto Life SILIFFE stiamo organizzando un incontro avente ad oggetto la seguente tematica: "Idee e proposte per una gestione più sostenibile della risorsa idrica e per la valorizzazione del fiume Parma e del fiume Taro". Ne parliamo con istituzioni, associazioni e cittadini che operano sul territorio. Verrà anche illustrato lo stato di avanzamento delle azioni del progetto Life Barbie, con particolare riferimento all'ambito Taro, Parma, Po. Nell'occasione vi saranno anche interventi del progetto Life SILIFFE sul tema dell'indice di funzionalità fluviale come strumento di pianificazione per una buona gestione dell'ecosistema - Il caso del Fiume Sile. L'incontro si svolgerà nella giornata di giovedì 13 dicembre 2018, a Parma presso la Camera di commercio di Parma, in via Verdi, 2. clicca qui per il programma.

  • 16-11-2018
    Erasmus+ e LIFE una sinergia di successo per la valorizzazione delle aree protette

    Venerdì 16 Novembre 2018 dalle 10.00 alle 17.00, alla Corte di Giarola nel Parco Fluviale del Taro si svolgerà il workshop "ERASMUS+ E LIFE:UNA SINERGIA DI SUCCESSO PER LA VALORIZZAZIONE DELLE AREE PROTETTE" giornata divulgativa e di formazione sulla progettazione europea. L'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale, in collaborazione con SERN, organizza una giornata di formazione per tecnici delle PA, liberi professionisti, insegnanti e dirigenti scolastici sul Bando Life 2018 (proposte selezionate nel primo step del Bando e informazioni tecniche sul secondo step) e sul Bando Erasmus+ 2019. clicca qui per il programma.

  • 24-07-2018
    Rilasci avannotti di Barbo in ambiente naturale

    Negli ultimi mesi lo staff di progetto è stato impegnato quotidianamente nelle attività ittiogeniche previste nel progetto. Migliaia di avannotti di barbo canino e comune nati in cattività nei mesi di giugno e luglio sono stati poi rilasciati in ambiente naturale - in siti ritenuti adatti.

  • 10-05-2018
    BarboLino in visita alla mostra il Terzo Giorno !

    Parte giovedì 17 maggio la seconda delle iniziative collaterali alla mostra "Il Terzo Giorno". firmate dall'Università di Parma. Un caffè scientifico in tre appuntamenti, organizzato dall'Ateneo con la collaborazione del Comune di Parma, per riflettere su ambiente, sostenibilità, rapporto uomo – natura e in particolare per confrontarsi su una domanda importante significativamente scelta come titolo della rassegna: "Siamo condannati all'estinzione?". L'iniziativa si svolgerà per 3 giovedì fino al 7 giugno al Caffè Le Bistrot di Piazza Garibaldi, dalle 18.30 alle 19.30, e sarà un'ulteriore occasione offerta a tutti gli interessati per approfondire i temi su cui verte la mostra in corso fino al 1° luglio al Palazzo del Governatore.

    A guidare la riflessione saranno tre docenti dell’Università di Parma: il 17 maggio Davide Persico, docente di Paleobiologia e Museologia naturalistica, illustrerà "L'evoluzione della biodiversità nel tempo"; il 24 maggio Donato A. Grasso, docente di Zoologia e Etoecologia e sociobiologia, interverrà su "Animal (R)evolution: un elogio della biodiversità"; il 7 giugno, infine, Francesco Nonnis Marzano, docente di Biologia Animale e Conservazione della fauna, parlerà di "La cultura dell'uomo vista dalla parte dei pesci. Il progetto Life BARBIE".

    *** I cambiamenti climatici e la non corretta gestione della risorsa idrica rendono l’acqua un bene prezioso, per i prossimi millenni. Differenti trasformazioni culturali stanno influenzando la gestione e la salvaguardia degli ambienti acquatici: si proverà ad analizzare la problematica ponendosi dal punto di vista dei pesci.

Il Progetto

Il progetto LIFE13 NAT/IT/001129 si pone come obiettivo primario la conservazione ed il recupero delle popolazioni autoctone di barbo in Emilia Romagna come strumento di tutela della naturalità fluviale ai sensi delle Direttive 1992/43/CE e 2000/60/CE. Il progetto ha preso avvio nel luglio 2014 ed avrà una durata quadriennale; è articolato in n°26 azioni specifiche sotto il coordinameno dell’Università di Parma.